Domande frequenti sulle associazioni sportive

Categoria principale: Enti no profit
Visite: 73595

Scopri la nostra consulenza per costituire una associazione sportiva dilettantistica

Qual'è la procedura per costituire una associazione sportiva dilettantistica ?

E' necessario preparare l'atto costitutivo e lo statuto dell'associazione (con determinati requisiti fiscali e legali) e poi registrare gli atti all'agenzia delle entrate. Successivamente occorre chiedere l'affiliazione dell'associazione alla federazione sportiva o all'ente di promozione sportiva, che provvederanno ad iscrivere l'associazione nel registro Coni.

Quel'è l'organizzazione interna di una a.s.d.?

L'organizzazione è la stessa delle normali associazioni, con le stesse regole. Saranno quindi previsti assemblea, presidente e consiglio direttivo.

C'è un numero minimo di soci fondatori ?

Consiglio almeno 3, in modo che le principali cariche del consiglio direttivo siano coperte.

Chi comanda in una a.s.d. ?

Le a.s.d, come tutte le associazioni, sono dirette dal consiglio direttivo, formato dal presidente e almeno due consiglieri.

Come evitare che estranei entrino nella a.s.d. e pretendano di dirigerla ?

Le associazioni sono dirette dal consiglio direttivo, quindi è consigliabile non fare entrare nel consiglio i nuovi soci di cui non si conosce l'affidabilità. Per i nuovi soci può essere previsto un periodo di prova e una richiesta di adesione ai principi e scopi dell'associazione.

Quanto restano in carica gli organi dell'associazione ?

Solitamente da uno a cinque anni. Possono comunque essere rieletti.

L'associazione può chiedere un corrispettivo ai soci che partecipano a corsi o attività sportive?

Si, il corrispettivo può essere chiesto ai soci iscritti all'associazione e solo per le attività sportive. Diversamente si tratta di attività commerciale, che comunque una ASD può svolgere. 

L'associazione può svolgere attività commerciale verso i terzi non soci ?

Si. Sono considerate attività commerciali tutte le attività, sportive e non, verso i terzi non soci (manifestazioni in cui si fa pagare biglietti, attività svolta verso i non associati, sponsorizzazioni, vendita di beni vari, e tutte le altre possibile entrate ecc..). Per svolgere frequentemente tali attività l'associazione deve aprire P Iva e pagare le relative tasse, anche se in forma agevolata.

A fine anno la A.s.d deve redigere un bilancio ?

L'associazione deve redigere annualmente un bilancio semplificato, da cui risultino in modo semplice e chiaro entrate, uscite e attività dell'associazione. I bilanci dovranno restare nella sede a disposizione dei soci.

Che responsabilità hanno gli amministratori della A.s.d ?

La normale responsabilità del presidente e del consiglio direttivo verso i debiti dell'associazione.

avv. Nicola Ferrante (aggiornato al 2020)

Per informazioni sulla nostra consulenza per la costituzione e la gestione di associazioni sportive vai a questa pagina, o contatta lo studio  tramite il modulo sottostante o alla mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Come il 90% dei siti web, utilizziamo i cookie per aiutarci a migliorare il sito e per darti una migliore esperienza di navigazione.
La direttiva UE ci impone di farlo notare, ecco il perché di questo fastidioso pop-up. Privacy policy