Il Portale delle Associazioni

Consulenza per aprire e gestire Associazioni ed Enti No Profit
a cura dell'avvocato Nicola Ferrante

Condivi con...

Il portale delle associazioni

  • SCARICA EBOOK
    Gestionale e il formulario per associazioni ed enti no profit. Visita la sezione Download ebook
  • SOFTWARE Assimplo ®
    Gestionale online per la tua associazione
  • CONSULENZA
    Per costituire associazioni, onlus, associazioni sportive e altri enti

Gli organi delle associazioni del Terzo Settore: l’organo amministrativo

È essenziale che all’interno di un’associazione ci siano una o più persone che amministrino il patrimonio o fondo comune e che gestiscano l’ente.

Tali compiti possono essere svolti o da un organo individuale, se si tratta di amministratore unico, oppure dal Consiglio Direttivo o Consiglio di Amministrazione, se si tratta di più persone riunite.

 

La nomina degli amministratori spetta all’Assemblea dei soci, fatta eccezione per i primi amministratori che sono nominati nell’atto costitutivo. La maggioranza degli amministratori è scelta tra le persone fisiche associate oppure indicate dagli enti giuridici associati.

Gli amministratori svolgono le mansioni indicate nell’atto costitutivo, nello statuto e nelle delibere dell’Assemblea dei soci ed è loro dovere principale rispettare le indicazioni di tali atti al fine di raggiungere lo scopo sociale, nell’interesse dell’associazione.

L’atto costitutivo o lo statuto possono subordinare l’assunzione della carica di amministratore al possesso di specifici requisiti di onorabilità, professionalità e indipendenza, anche con riferimento ai requisiti al riguardo previsti da codici di comportamento redatti da associazioni di rappresentanza o reti associative del Terzo Settore.

L’atto costitutivo o lo statuto possono prevedere che uno o più amministratori siano scelti tra gli appartenenti alle diverse categorie di associati. La nomina di uno o più amministratori può essere attribuita dall’atto costitutivo o dallo statuto a enti del Terzo Settore o senza scopo di lucro, a enti religiosi civilmente riconosciuti, o a lavoratori o utenti dell’ente.

Gli amministratori, entro 30 giorni dalla notizia della loro nomina, devono chiederne l’iscrizione nel RUNTS, indicando per ciascuno di essi il nome, il cognome, il luogo e la data di nascita, il domicilio e la cittadinanza, nonché a quali di essi è attribuita la rappresentanza dell’ente, precisando se disgiuntamente o congiuntamente.

Gli amministratori sono responsabili verso l’associazione secondo le norme di mandato, con esclusione dalla responsabilità dell’amministratore che non ha partecipato all’atto che ha causato un danno all’ente: tal esclusione non sussiste nel caso in cui, conoscendo la formazione dell’atto, l’amministratore non abbia fatto presente il proprio dissenso.

Il potere di rappresentanza attribuito agli amministratori è generale. Le limitazioni del potere di rappresentanza non sono opponibili ai terzi se non sono iscritte nel RUNTS o se non si prova che i terzi ne erano a conoscenza.

Gli amministratori devono redigere, a ogni riunione, un apposito verbale e trascriverlo nel libro delle adunanze e delle delibere del Consiglio Direttivo.

Il Consiglio Direttivo deve:

  • Accogliere o respingere le domande di ammissione degli associati;
  • Compilare il rendiconto contabile di fine esercizio;
  • Eleggere al proprio interno il Presidente, il Vicepresidente, il Segretario e il Tesoriere;
  • Curare gli affari di ordine amministrativo; assumere personale dipendente; stipulare contratti di lavoro e di collaborazione; conferire mandati di consulenza;
  • Fissare le norme per il funzionamento e l’organizzazione interna dell’associazione;
  • Deliberare le convocazioni dell’assemblea degli associati;
  • Stabilire le norme di utilizzo degli impianti, delle strutture e delle attrezzature dell’associazione;
  • Elaborare un piano di attività da sottoporre all’assemblea;
  • Aprire i rapporti con gli istituti di credito; curare la parte finanziaria dell’associazione; sottoscrivere contratti per finanziamento e quant’altro necessario per il buon funzionamento dell’associazione;
  • Eseguire le prestazioni a loro demandate dall’assemblea dei soci.

gestionale associazioni no profit

Contatta l'esperto



Fai click nel quadratino sottostante, di fianco la scritta "Non sono un robot"

 

Come il 90% dei siti web, utilizziamo i cookie per aiutarci a migliorare il sito e per darti una migliore esperienza di navigazione.
La direttiva UE ci impone di farlo notare, ecco il perché di questo fastidioso pop-up. Privacy policy