Il Portale delle Associazioni

Consulenza per aprire e gestire Associazioni ed Enti No Profit
a cura dell'avvocato Nicola Ferrante

Condivi con...

Cosa Fare in Caso di Dimissioni del Presidente o di Componenti del Consiglio Direttivo dell'Associazione

Può capitare che nel corso della gestione di un'associazione il Presidente o alcuni componenti del Consiglio Direttivo si dimettano, per vari motivi. Spesso in tali casi i membri restanti del Consiglio o i soci dell'associazione rimangono nell'indecisione su come procedere, cioè se rimpiazzare il Presidente o i ruoli mancanti del Consiglio tramite nuove nomine, se far eleggere questi ruoli dall'Assemblea dei Soci appositamente convocata, o se ritenere l'intero Consiglio Direttivo decaduto.

Per capire come procedere la prima cosa è verificare se lo statuto o i regolamenti disciplinano tali situazioni, e quindi seguire la procedura dettata da questi documenti. Solitamente, se vengono a mancare il Presidente o alcuni Consiglieri molti statuti associativi prevedono che il Consiglio Direttivo possa sostituire i ruoli mancanti con i primi dei non eletti alle ultime elezioni o tramite cooptazione (salvo poi la ratifica da parte dell'assemblea). In alternativa, si prevede che sia indetta un'assemblea dei soci per l'integrazione del Consiglio Direttivo tramite elezione. Si precisa comunque che in tali casi l'organo direttivo resterà in carica sino alla sua scadenza naturale e non oltre, dato che l'integrazione con nuovi componenti non ne prolunga il mandato.

Leggi tutto...

Come le Associazioni Possono Aprire un Conto Corrente

Tutte le associazioni, di qualsiasi tipo, possono aprire un conto corrente presso un istituto bancario o in posta. In generale, aprire un conto corrente permette all'associazione di gestire al meglio i suoi introiti e le sue spese, oltre ad avere rendicontate queste voci in modo automatico, tramite gli estratti conto.

Il presupposto per aprire un conto corrente è che l'associazione sia correttamente registrata. Cioè l'atto costitutivo e lo statuto devono essere registrati presso l'Agenzia delle Entrate (come atti privati registrati) e si dovrà ottenere il codice fiscale dell'ente. In tal modo l'associazione è costituita regolarmente e acquista autonomia giuridica.

Leggi tutto...

Per Aprire un'Associazione è Necessario un Patrimonio Iniziale ?

Ci si chiede spesso se per costituire  un'associazione o qualsiasi altro ente no profit (onlus, associazione sportiva, comitato, associazioni di volontariato ecc….) sia necessario un patrimonio minimo o un capitale sociale, così come avviene per le società commerciali o per le fondazioni. Quindi se all'atto di costituire l'ente i soci fondatori debbano versare o investire un certo corrispettivo che vada a costituire il patrimonio dell'associazione.

Bisogna ricordare che un’associazione è un’ente costituito da un certo numero di persone che, in base a delle regole da loro stabilite e servendosi di una stabile organizzazione (non professionale), decidono di perseguire una scopo comune, solitamente altruistico o a beneficio della collettività. Quindi ciò che ha valenza è l'attività dei soci, e non il patrimonio o le quote investite dai singoli associati. Diverso discorso invece per le fondazioni, il cui elemento centrale è il patrimonio, che viene gestito al fine di raggiungere un determinato scopo, che può essere comunque altruistico o di rilevanza sociale.

Leggi tutto...

Requisiti Personali per Costituire un'Associazione

L'articolo 18 della Costituzione Italiana prevede che "I cittadini hanno diritto di associarsi liberamente, senza autorizzazione, per fini che non sono vietati ai singoli dalla legge penale." Inoltre, secondo l'articolo 17 della stessa Costituzione "I cittadini hanno diritto di riunirsi pacificamente e senz'armi. Per le riunioni, anche in luogo aperto al pubblico, non è richiesto preavviso."

Il diritto di associarsi rientra tra le libertà collettive, cioè tra quelle libertà che presuppongono una pluralità di soggetti, accomunati da un unico fine, il cui esercizio non si esaurisce nella difesa di una sfera di autonomia individuale o privata, ma è volto alla realizzazione di quella finalità collettiva.

Leggi tutto...

I Soci Possono Visionare gli Atti di un'Associazione ?

Ci si chiede spesso se i soci possano visionare i documenti associativi e, in caso affermativo, quali documenti debbano essere resi disponibili. Premettiamo subito che non esiste una specifica norma che tratti questa tematica, ma che la soluzione può essere ricavata prendendo a riferimento le regole generali che riguardano tutti gli enti associativi.

Il principale riferimento è la regola base della democraticità della struttura associativa, da cui derivano vari principi, tra cui la possibilità per tutti gli associati di avere gli stessi diritti e doveri, la trasparenza nella gestione dell'ente, il diritto dei soci a partecipare alla vita associativa.

Possiamo quindi sicuramente affermare che tutti i soci hanno sempre il diritto di visionare l'atto costitutivo, lo statuto, i regolamenti, i verbali dell'assemblea dei soci e il bilancio annuale. Quindi un associato può sempre chiedere al Consiglio Direttivo di accedere a tali documenti, avendo pieno diritto a tale richiesta, senza dover presentare particolari motivazioni.

Leggi tutto...

Rapporti tra SIAE e Associazioni, Onlus e Associazioni Sportive

Molto spesso le associazioni culturali, pro loco, associazioni sportive, onlus non sono a conoscenza della normativa che riguarda la tutela dei diritti d'autore, anche in relazione allo svolgimento di manifestazioni, spettacoli, ed in generale di eventi pubblici anche a pagamento. Ci riferiamo in particolar modo dei rapporti tra gli enti no profit e la SIAE (Società Italiana Autori ed Editori).

La legge italiana tutela le opere dell’ingegno di carattere creativo, che appartengano alla letteratura, alla musica, alle arti figurative, all’architettura, al teatro, al cinema. La tutela consiste in una serie di diritti esclusivi di utilizzazione economica dell'opera (diritti patrimoniali dell'autore) e di diritti morali a tutela della personalità dell'autore, che nel loro complesso costituiscono il "diritto d'autore".

La funzione della SIAE consiste nell’attività di intermediazione per la gestione dei diritti d’autore. La SIAE concede, quindi, le autorizzazioni per l’utilizzazione delle opere protette, riscuote i compensi per diritto d’autore e ripartisce i proventi che ne derivano. 

Leggi tutto...

Perchè un'Associazione Deve Essere Democratica ?

Possiamo definire un'associazione come un gruppo di persone che, in base a delle regole da loro stabilite e servendosi di una stabile organizzazione (non professionale), decide di perseguire una scopo comune, solitamente altruistico o a beneficio della collettività. In un'associazione non esistono quote di proprietà, incarichi a vita o diritti perpetui, ma tutti i soci hanno uguali diritti e doveri, e tutti possono partecipare in base al loro contributo personale. Ecco perché un'associazione è per definizione un'ente democratico, in cui l'assemblea dei soci è sovrana.

Infatti in tutti gli enti associativi, i soci regolarmente iscritti hanno diritto di:

Leggi tutto...

Sottocategorie

Contatta l'esperto



Fai click nel quadratino sottostante, di fianco la scritta "Non sono un robot"

 

Come il 90% dei siti web, utilizziamo i cookie per aiutarci a migliorare il sito e per darti una migliore esperienza di navigazione.
La direttiva UE ci impone di farlo notare, ecco il perché di questo fastidioso pop-up. Privacy policy