Il Portale delle Associazioni

Consulenza per aprire e gestire Associazioni ed Enti No Profit
a cura dell'avvocato Nicola Ferrante

Condivi con...

Il portale delle associazioni

Come Aprire un'Associazione Sportiva

Scopri la nostra consulenza per costituire un'associazione sportiva dilettantistica.

 

In questo articolo spieghiamo come aprire e costituire un'associazione sportiva dilettantsitica, oltre alle caratteristiche principale di tale ente no profit.

Un gruppo di persone, accomunate dalla passione per uno sport, può sentire la necessità di aggregarsi per promuovere e praticare tale attività. Se si tratta di amatori e dilettanti, cioè di persone che non praticano lo sport a livello professionale, questo scopo può essere perseguito attraverso la creazione di un’associazione sportiva dilettantistica (ASD): sono importanti la didattica e l’istruzione della disciplina sportiva nei confronti dei principianti.

L'associazione, quindi, dovrà organizzare una scuola sportiva o dei corsi rivolti ad amatori e atleti dilettanti. I corsi potranno riguardare sia l'attività sportiva di riferimento (pattinaggio, karate, nuoto ecc...) sia le attività sportive connesse (preparazione atletica, palestra ecc...).

Il Comitato Olimpico Nazionale Italiano (CONI) stabilisce nei propri regolamenti quali associazioni si possono definire ASD e possono quindi esser registrate come tali nei propri albi.

E' fondamentale una corretta redazione dello statuto e dell'atto costitutivo dell’ente in esame che, oltre a rispettare tutte le prescrizioni legali e fiscali, dovranno prevedere le attività essenziali perché l'associazione possa essere considerata una ASD. In mancanza di tali elementi l'iscrizione alla Federazione Sportiva o all'Ente di Promozione Sportiva potrà essere rifiutata.

È necessario l'iscrizione alla Federazione Sportiva di riferimento (o in alternativa ad un Ente di Promozione Sportiva) e successivamente all'albo del CONI per poter usufruire delle agevolazioni fiscali prevista dal nostro ordinamento.

Le ASD sono delle normali associazioni, alle quali vanno applicate le comuni regole in tema di organizzazione e gestione.

  • Per fondare un’associazione sportiva dilettantistica, lo Statuto deve contenere le seguenti regole:
  • È obbligatorio di inserire nella denominazione sociale la finalità sportiva e la dizione “dilettantistica”;
  • Non vi devono assolutamente essere fini di lucro ed è vietato distribuire utili tra i soci e i terzi;
  • Vige il principio di democrazia interna;
  • Si prevede l’organizzazione di attività sportive dilettantistiche, con relative attività didattiche e di aggiornamento;
  • È vietato per gli amministratori di ricoprire cariche sociali in altre associazioni sportive nell’ambito della medesima disciplina sportiva;
  • Gli amministratori devono svolgere i loro incarichi in modo gratuito (attenzione: i soci istruttori possono comunque essere remunerati);
  • In caso di scioglimento, il patrimonio deve essere devoluto a fini sportivi ;

È essenziale conformarsi alle norme e alle direttive del CONI, oltre che agli statuti e regolamenti delle Federazioni Sportive Nazionali e dell’Ente di Promozione Sportiva alla quale ci si affilia.

L’ASD si può creare senza atti notarili o riconoscimenti governativi (diversamente dalle Società Sportive Dilettantistiche), evitando così procedure lunghe e costose.

Per costituire un’associazione sportiva dilettantistica è necessario:

  • Stabilire gli scopi dell'associazione e l'attività sportiva praticata. E' necessario prevedere almeno tre soci fondatori, che formeranno il primo Consiglio Direttivo;
  • Preparare, in duplice copia originale, atto costitutivo e statuto, necessari per creare un’associazione sportiva, inserendo tutti i requisiti previsti dal Codice Civile, dalla legge fiscale (TUIR) e dalla legge 289/2002, art. 90, che regola i requisiti delle associazioni sportive dilettantistiche;
  • Recarsi all'Agenzia delle Entrate per la registrazione dell'associazione, richiedere l'attribuzione del Codice Fiscale, pagare la tassa di registro, acquistare i bolli da applicare agli atti e infine presentare l’atto costitutivo e lo statuto in duplice copia;
  • Chiedere l'iscrizione al registro della Federazione Sportiva nazionale di riferimento (o Ente di Promozione Sportiva) e successivamente iscrivere l'associazione al registro telematico del CONI. Solo con questa iscrizione l'associazione sportiva dilettantistica è validamente costituita e potrà beneficiare delle agevolazioni fiscali. In alternativa all'iscrizione alle Federazioni Sportive, l'associazione potrà affiliarsi ad un Ente di Promozione Sportiva operante a livello nazionale.

Lo Statuto e l’Atto Costitutivo dell’associazione devono contenere alcuni elementi indispensabili, come la denominazione dell’ente, lo scopo, la sede legale, il patrimonio, l'organizzazione, le norme sull’ordinamento e sull’amministrazione, i diritti e gli obblighi degli associati e le condizioni per la loro ammissione, la rappresentanza conferita al presidente o amministratore dell’ente.

Riguardo alle agevolazioni sopra menzionate, la principale riguarda la non tassabilità dei corrispettivi ricevuti dai soci per frequentare i corsi sportivi organizzati dall'associazione: l'attività sportiva nei confronti dei soci è considerata non commerciale e per svolgerla non è necessario aprire Partita Iva, anche se a questi sono richieste delle quote. L'associazione potrà dunque ricevere tali corrispettivi senza alcun obbligo fiscale, e con il solo dovere di rendiconto tramite il bilancio annuale.

È possibile inoltre corrispondere ai soci istruttori compensi per la loro attività. Tali compensi, fino a 10.000 euro all'anno , non sono soggetti ad alcuna tassazione.

In questa pagina trovi tutti gli articoli inerenti alla disciplina delle ASD

avv. Nicola Ferrante (aggiornato a marzo 2018)

Per informazioni e costi della nostra consulenza per la costituzione e la gestione di associazioni sportive vai a questa pagina o contatta lo studio tramite il modulo sottostante o alla mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Contattando lo studio riceverete gratuitamente un preventivo su carta intestata, con descrizione e costi della consulenza, oltre ad un primo esame delle vostre esigenze.

gestionale associazioni no profit

Contatta l'esperto



Fai click nel quadratino sottostante, di fianco la scritta "Non sono un robot"

 

Come il 90% dei siti web, utilizziamo i cookie per aiutarci a migliorare il sito e per darti una migliore esperienza di navigazione.
La direttiva UE ci impone di farlo notare, ecco il perché di questo fastidioso pop-up. Privacy policy