Il Portale delle Associazioni

Consulenza per aprire e gestire Associazioni ed Enti No Profit
a cura dell'avvocato Nicola Ferrante

Condivi con...

Rapporti tra SIAE e Associazioni, Onlus e Associazioni Sportive

Molto spesso le associazioni culturali, pro loco, associazioni sportive, onlus non sono a conoscenza della normativa che riguarda la tutela dei diritti d'autore, anche in relazione allo svolgimento di manifestazioni, spettacoli, ed in generale di eventi pubblici anche a pagamento. Ci riferiamo in particolar modo dei rapporti tra gli enti no profit e la SIAE (Società Italiana Autori ed Editori).

La legge italiana tutela le opere dell’ingegno di carattere creativo, che appartengano alla letteratura, alla musica, alle arti figurative, all’architettura, al teatro, al cinema. La tutela consiste in una serie di diritti esclusivi di utilizzazione economica dell'opera (diritti patrimoniali dell'autore) e di diritti morali a tutela della personalità dell'autore, che nel loro complesso costituiscono il "diritto d'autore".

La funzione della SIAE consiste nell’attività di intermediazione per la gestione dei diritti d’autore. La SIAE concede, quindi, le autorizzazioni per l’utilizzazione delle opere protette, riscuote i compensi per diritto d’autore e ripartisce i proventi che ne derivano. 

Leggi tutto...

I Soci Possono Visionare gli Atti di un'Associazione ?

Ci si chiede spesso se i soci possano visionare i documenti associativi e, in caso affermativo, quali documenti debbano essere resi disponibili. Premettiamo subito che non esiste una specifica norma che tratti questa tematica, ma che la soluzione può essere ricavata prendendo a riferimento le regole generali che riguardano tutti gli enti associativi.

Il principale riferimento è la regola base della democraticità della struttura associativa, da cui derivano vari principi, tra cui la possibilità per tutti gli associati di avere gli stessi diritti e doveri, la trasparenza nella gestione dell'ente, il diritto dei soci a partecipare alla vita associativa.

Possiamo quindi sicuramente affermare che tutti i soci hanno sempre il diritto di visionare l'atto costitutivo, lo statuto, i regolamenti, i verbali dell'assemblea dei soci e il bilancio annuale. Quindi un associato può sempre chiedere al Consiglio Direttivo di accedere a tali documenti, avendo pieno diritto a tale richiesta, senza dover presentare particolari motivazioni.

Leggi tutto...

Perchè un'Associazione Deve Essere Democratica ?

Possiamo definire un'associazione come un gruppo di persone che, in base a delle regole da loro stabilite e servendosi di una stabile organizzazione (non professionale), decide di perseguire una scopo comune, solitamente altruistico o a beneficio della collettività. In un'associazione non esistono quote di proprietà, incarichi a vita o diritti perpetui, ma tutti i soci hanno uguali diritti e doveri, e tutti possono partecipare in base al loro contributo personale. Ecco perché un'associazione è per definizione un'ente democratico, in cui l'assemblea dei soci è sovrana.

Infatti in tutti gli enti associativi, i soci regolarmente iscritti hanno diritto di:

Leggi tutto...

Come Scrivere i Verbali di Assemblea dei Soci e del Consiglio Direttivo di un'Associazione

Tutte le associazioni, di qualsiasi tipo, devono compilare e conservare i documenti che testimoniano la corretta gestione dell'ente e la partecipazione dei soci alla vita associativa. Infatti, uno dei principali requisiti richiesti perché un ente associativo possa considerarsi tale è la democraticità della struttura, che comporta la possibilità per i soci di partecipare all'assemblea, candidarsi come membri degli organi direttivi, votare per l'elezione di questi e per l'approvazione del bilancio annuale.

I documenti più importanti nell'ambito della gestione dell'associazione sono i verbali dell'Assemblea dei Soci e delle riunioni del Consiglio Direttivo, cioè tutti i resoconti e i verbali di queste riunioni. Esaminiamo ora le caratteristiche e requisiti minimi di questi documenti.

Leggi tutto...

Disciplina e Poteri del Consiglio Direttivo dell'Associazione

Il Consiglio Direttivo è in l'organo decisionale ed esecutivo dell'associazione. E' solitamente formato da un numero di persone che va da tre a sette soggetti, preferibilmente sempre in numero dispari. Le principali cariche del Consiglio Direttivo sono il presidente dell'associazione, il vicepresidente, il segretario e il tesoriere. E' poi possibile prevedere altre cariche a seconda delle necessità.

Il Consiglio Direttivo viene eletto dall'assembla degli associati, che può direttamente eleggere i soci che andranno a ricoprire le singole cariche, o diversamente i soli componenti, che successivamente al loro interno definiranno i rispettivi compito. Il Consiglio Direttivo resta solitamente in carica da un minimo di un anno ad un massimo di cinque. Si rileva comunque che per le onlus, le associazioni di volontariato e le APS il massimo di permanenza in carica è di 3 anni, come indicato più volte dall'Agenzia delle Entrate tramite direttive e pareri.

Le attività e iniziative associative sono programmate dal Consiglio Direttivo, che gestisce direttamente anche il patrimonio dell'associazione, tramite il presidente e il tesoriere, delegati ad operare sul conto corrente intestato all'associazione. I principali compiti del Consiglio Direttivo sono:

Leggi tutto...

Come Gestire il Patrimonio di un'Associazione

Il patrimonio dell'associazione è composto da tutti gli immobili, i beni e il denaro intestati all'associazione stessa. Questi valori possono entrare a far parte del patrimonio in vari modi, come conferimenti, donazioni, quote associative, contributi dei soci per lo svolgimento delle attività organizzate, corrispettivi derivanti da attività commerciale, raccolte pubbliche di fondi o contributi pubblici ecc......

Il patrimonio viene amministrato dal Consiglio Direttivo, che ha il potere di prendere tutte le decisioni in materia patrimoniale e finanziaria. Il Consiglio Direttivo nella persona del Presidente o del Tesoriere gestisce anche il conto corrente ed eventuali strumenti finanziari intestati all'associazione.

Leggi tutto...

Compilazione e Tenuta del Libro Soci di un'Associazione

Il libro dei soci è uno dei registri che l'ente associativo deve conservare presso la propria sede legale. In tale registro vengono annotati i nominativi e i dati di tutti i soggetti regolarmente iscritti all'associazione. La corretta tenuta di tale registro è molto importante. Infatti, dalla qualità di socio derivano determinati diritti e doveri in capo al soggetto associato e, inoltre, la disciplina fiscale prevede particolari agevolazioni riguardanti l'attività a pagamento che l'ente associativo svolge con i soci (e solo con questi).

Il libro soci deve contenere i dati degli associati, cioè il nome, cognome, data e luogo di nascita, indirizzo di residenza, codice fiscale, contatti di reperibilità (mail o telefono), le quote d'iscrizione versate. Inoltre, per ogni associato dovrà essere riportata la data di avvenuta iscrizione.

Si rileva che il soggetto potrà essere considerato socio dell'ente non a partire dal momento della presentazione della domanda d'iscrizione, ma solo dal momento di effettiva iscrizione del suo nominativo nel libro soci. La corretta procedura per iscrivere un soggetto è la seguente:

Leggi tutto...

Sottocategorie

Contatta l'esperto



Fai click nel quadratino sottostante, di fianco la scritta "Non sono un robot"

 

Come il 90% dei siti web, utilizziamo i cookie per aiutarci a migliorare il sito e per darti una migliore esperienza di navigazione.
La direttiva UE ci impone di farlo notare, ecco il perché di questo fastidioso pop-up. Privacy policy