Il Portale delle Associazioni

Consulenza per aprire e gestire Associazioni ed Enti No Profit
a cura dell'avvocato Nicola Ferrante

Condivi con...

Agevolazioni fiscali delle associazioni sportive

Scopri la nostra consulenza per costituire una ASD

Le associazioni sportive dilettantistiche godono di varie agevolazioni fiscali, tra cui le seguenti agevolazioni\esenzioni:

  • non sono soggette a tassazione le quote di iscrizione e corrispettivi specifici pagati dai soci per partecipare alle attività  e ai corsi sportivi organizzati dall'associazione;
  • le ASD sono qualificati enti non commerciali per legge, cioè mantengono questo requisito anche quando i proventi dell'attività commerciale (pubblicità, sponsorizzazioni, attività verso terzi non soci) superino i proventi ricavati dall'attività sportiva dilettantistica verso i soci;
  • per i proventi ricavati dall'attività commerciale è possibile usufruire del regime agevolato previsto dalla legge 398/1991. Tale regime fiscale prevede una notevole riduzione degli adempimenti contabili e il pagamento delle imposte dirette e dell’IVA in modo forfetario;
  • i compensi corrisposti a sportivi, soci istruttori e soci che svolgono servizi amministrativi e di segreteria sono detassati, con la possibilità di erogare fino a 7.500 euro annui in esenzione fiscale;
  • possibilità di dedurre le erogazioni liberarli effettuate da persone fisiche a favore dell'associazione sportiva,  fino ad un massimo del 19% del reddito annuo, e per un importo complessivo non superiore a 1.500,00 euro per ciascun periodo d'imposta;
  • completa deducibilità, a favore dell'impresa erogatrice, delle spese di pubblicità effettuate tramite ASD, mentre le spese di sponsorizzazione vengono considerate spese di pubblicità fino ad un massimo di euro 200.000,00 e sono quindi egualmente deducibili; 
  • possibilità di svolgere raccolte pubbliche occasionali, effettuate occasionalmente in concomitanza di celebrazioni ricorrenze o campagne di sensibilizzazione, anche mediante l'offerta di beni di modico valore; 
  • ammissione ai fondi derivanti dal 5x1000, se l'associazione svolge attività a favore di giovani, anziani e soggetti fisicamente svantaggiati.
  • le associazioni sportive dilettantistiche possono inoltre diventare ONLUS solo nel caso svolgano attività verso soggetti “svantaggiati”, cioè disabili e  particolari categorie di soggetti (es. detenuti, ex tossicodipendenti e simili). 

E' però possibile beneficiare di tali agevolazioni fiscali solo con una corretta redazione dello statuto, che deve prevedere i rigorosi requisiti previsti dalla legislazione tributaria. 

In questa pagina trovi tutti gli articoli inerenti alla disciplina delle ASD.

avv. Nicola Ferrante (aggiornato a marzo 2017)

Per informazioni sulla nostra consulenza pe la costituzione e gestione di enti no profit vai aquesta pagina, o contatta lo studio  tramite il modulo sottostante o alla mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Contatta l'esperto



Fai click nel quadratino sottostante, di fianco la scritta "Non sono un robot"

 

Come il 90% dei siti web, utilizziamo i cookie per aiutarci a migliorare il sito e per darti una migliore esperienza di navigazione.
La direttiva UE ci impone di farlo notare, ecco il perché di questo fastidioso pop-up. Privacy policy